Crostata di rose e frutti di bosco

Questa ricetta e’ tratta da un inserto speciale de « Il Mattino » uscito in occasione della manifestazione « Napoli a porte aperte.
Sono una serie di ricette antiche, dei monasteri napoletani, per l’occasione i menu’, venivano realizzati da noti ristoranti napoletani

Impastate 400 gr. di farina biancic on 100 gr. di miele, 50 di zucchero, 4 uova, una bustina di lievito in polvere e petali di due rose tagliati a striscioline, un pizzico di fiori d’erica e 2 bicchieri di latte.
Lavorate l’impasto versatelo in uno stampo unto di burro e spolveratelo di farina.
Infornatelo per mezz’ora a calore moderato, poi togliete la torta per farla raffreddare.

Preparate un composto di pesche, ciliege, fragole, melone, fiori d’erica e succo di limone e d’arancia, petali di rosa canina. Un bicchiere di vino bianco ed uno di maraschino.
Fate cuocere il composto per 10′, fatelo raffreddare e stendetelo sulla torta.

Decorate con fragole e ciliege e rimettete in forno per 15′; poi fate raffreddare per almeno 3 ore.
Questa ricetta, del 1590, composta con le rose del Chiostro di Regina Coeli ed i frutti del Borgo Sanita’, allora campagna.

La Squadra banane striate ha vinto il campionato
Pasta con le zucchine
Due ricette con la zucca
Zeppole di S.Giuseppe
Zabajone al Limongello
Vermicelli con le vongole
Pizza di scarole
La minestra « maritata »
Marmellata di mandarini
Involtini di melanzane