La Sinusite

Sinusite significa « infiammazione dei seni facciali ».
La parola « seno » deriva dal latino « sinus », dal quale ha origine la parola sinusite. Seno significa cavita’, per cui la sinusite non e’ altro che un’infiammazione, acuta o cronica, in genere di tipo batterico, di quelle piccole cavita’, riempite di aria, che si trovano all’interno delle ossa del cranio.
Qual’e’ il motivo di queste cavita’? Principalmente due: servono a dare risonanza alla nostra voce prodotta dalle corde vocali e allegeriscono il peso delle ossa del cranio.

Quando in una di queste cavita’ si instaura un processo infiammatorio, parliamo di sinusite, che in genere e’ un processo acuto che si risolve, senza conseguenze di rilievo, entro circa una settimana.
I principali sintomi di una sinusite sono mal di testa, ostruzione nasale e dolore alla pressione delle ossa del viso, con localizzazione diversa a seconda del tipo di cavita’ interessata.
Le cavita’ che possono essere interessate dall’infiammazione sono quattro, ma due sono quelle piu’ frequentemente coinvolte: i seni frontali ed i seni mascellari.
La sinusite frontale e’ caratterizzata percio’ da dolore, con possibile gonfiore e rossore, alla fronte ed alla radice del naso; la sinusite mascellare invece si presenta con dolore e gonfiore delle mascelle, con un’area che puo’ estendersi dagli zigomi ai denti superiori.

Le sinusiti si possono cronicizzare quando il processo infiammatorio dura a lungo nel tempo. In molti casi c’e’ un’allergia alla base delle sinusiti croniche, per cui lo stimolo infiammatorio continuo fa si che queste si prolunghino nel tempo. Naturalmente in tali casi bisogna curare l’allergia specifica che provoca la sinusite, ed evitare allo stesso tempo fattori irritanti quali polvere e fumo di sigaretta.

Cosa fare per chi soffre di sinuite?
Prima di tutto curare l’infezione batterica di base con l’uso di specifici antibiotici.
Per alleviare i tipici fastidiosi sintomi (ostruzione nasale, gonfiore, lacrimazione) possono essere utili dei vasocostrittori spray nasali, di cui comunque non bisogna abusare per evitare una certa assuefazione con inevitabile diminuzione dell’effetto terapeutico.
E’ bene anche evitare luoghi umidi o polverosi, il fumo e l’eccesso di alcool.