Piazzana… cos’e’ ?

..nostro personalissimo sinonimo di mail… č un « vezzeggiativo » che ci concediamo per identificare i messaggi che arrivano in piazza.

Quindi chi scrive su Piazzana, scrive le mele… la lista non tratta di un argomento specifico, per cui di mele ne arrivano tante e di tanti tipi. In questa pagina ne puoi leggere qualcuna, cosė, solo per cogliere l’aria che si respira in piazza.

Ci siamo quasi…
Stasera, dopo essere passato a comprare un altro po’ sughero, mi sono rimesso al lavoro (con intervallo per andare a giocare a tennis e intervallo per la cena) e ho finito di inchiodare e segare.
Non c’e’ male come sta venendo… Ho provato pure la cascatella: schizza un po’ acqua da tutte le parti, pero’ funziona. E pensare che e’ il primo presepe che faccio con le mie mani. Veramente dovevo farlo insieme a mia figlia, ma la disgraziatella mi ha abbandonato e se n’e’ andata a giocare con una amichetta. Si fara’ viva quando si trattera’ di mettere i pastori.
Beh, adesso s’e fatto veramente tardi e domani arriva il grande capo (quale? uno dei tanti: tra me e il Padreterno ce n’e’ una miriade: mica so’ Tato’, bada bene non Toto’).

Buonanotte a tutta la Piazza. Ma buonanotte a chi? Ca’ nun ce sta cchiu’ nisciuno.
Vabbuo’, stutammo o lampione, e ghiammuncemmo a cucca’.

Ferdinando (5 dic. ’97)

Re: Ci siamo quasi…
Veramente ci sarei ancora io in Piazza!
Buonanotte Penno’…

Giovanna (Londra, 5 dic. ’97)

Piazzana… cos’e’?
Devo ammettere che ho sempre vissuto in maniera contradittoria il mio rapporto con Napoli, e confesso di sentirla molto piu’ vicina ora che ne sto lontana. E’ un sentimento estremamente difficile da spiegare, forse perche’ non e’ del tutto chiaro nemmeno a me.

Mi manca Napoli, tantissimo. Mi manca la mia famiglia, mi mancano i miei vecchi amici. Mi mancano il suo clima mite ed il cibo (quello s’era capito!), che nonostante cerchi di cucinare all’italiana mi e’ difficilissimo replicare (causa la mancanza di materia prima). Mi manca la facilita’ con la quale noi napoletani instauriamo rapporti umani. Si, quella e’ proprio la cosa che mi manca maggiormente: qui e’ difficilissimo farsi dei veri amici.

Pero’, al tempo stesso in America ormai ci sto (quasi) bene. Non so come spiegarlo, ma se mi venisse offerta l’opportunita’ di tornare a vivere a Napoli, non sono sicura che vorrei coglierla.
Forse perche’ non mi tocca stare in fila per due ore quand’ho bisogno di un certificato, se vado in banca non mi tocca passare attraverso il metal detector, e non devo costantemente scontrarmi col pressapochismo dei funzionari pubblici.Forse perche’, nonostante siano mesi che mia sorella (che vive a Napoli) cerca di trovarsi un nuovo lavoro e nonostante sia preparata e piena di buona volonta’ non ci riesce, perche’ le manca la raccomandazione. E non mi piacerebbe dovermi trovare nuovamente in quella situazione, e non vorrei che un giorno dovessero trovarcisi i miei figli.

Napoli mi manca tanto, ma so che se tornassi a viverci mi mancherebbe la mia vita qui. Mi sembra di avere due distinte personalita’ che si battano dentro di me per conquistare il sopravvento.
Ecco, io quest’ambivelanza la provo anche nei confronti di Napoli.

Piazzana per me rappresenta l’opportunita’ di tenermi in contato con le mie radici, con le voci, i suoni gli umori della citta’ nella quale sono cresciuta. E soprattutto rappresenta il mio tentativo di resistere all’influsso che questo paese esercita su di me ogni giorno di piu’.
Voi tutti avete per me un’effetto terapeutico: esorcizzate le mie nostalgie, e riempite il vuoto che talvolta crea la lontananza. I nostri contatti epistolari riempiono quelle lacune senza le quali il mio « incubo » americano finira’ magari per diventare presto davvero un sogno.

Guardo fuori dalla finestra, nevica ancora. Ma non m’importa, perche’ in questo momento sono a Napoli a scambiare due chiacchiere, stavolta un po’ piu’ seriamente del solito, con i miei amici della piazza.

Luisa (Michigan – USA, 15 nov ’97)

Il Presepio in Piazza…
No no no… qua’ le cose cosi’ non stanno proprio bene…
Troppo casino in piazza pe stu presepe! ma ci vogliamo dare una regolata che osino’ accussi’ nun c’arrivammo ‘a notte e Natale!

Ce sta’ o bambiniello ca chiagne e che vvo’ magna’ sempe… la Madonna che per dagli aurienza nun guarda i due pastorelli che vanno sfruculianno o ciucciariello… o ciucciariello ca se ‘ncazza e corre appriesso e ccriature che vanno fujenno pe tutta ‘a piazza, lloro annanze e Oriente arreto…
ce sta’ Benino che fa avvere’ ca dorme e invece spara i tracchi areto a Dario ca se meraviglia…
l’angiulillo ca ra copp’a capannella votte e’ prete a tutte quante…
e po’ Kreo… e peppiacere a vuo’ ferni e appila’ a zampogna a Giuvanne… nun o bbire ca se sta facenno russo russo e a zampogna nun ‘lle sona! UE!… scusate… UE! UE! …PENNONEEE!…. PENNO’……. A VUO’ FERNI’ CU CHILLU COSO MMANO!… MA NON LI PUOI SPARARE I COLOMBI DELLA PIAZZA… MA COME TE LO DEVO DIRE! uagliu’ mannaggia a morte luvate chillu fucile a mano a chillo ca osino’ mo ca arrivano e’ ppecore o presepio nun ‘o putimmo fa cchiu’!

E poi na cosa a vulesso ricere pure ‘o rre magio e ‘o pisciavinnolo… ma che vi credete… io vi ho sgamato che andate abbaccati contro a Zio Michele col tressette… Zio MIche’… e ‘mmo te juoche pure e scarpe nove mo!…e po’ aroppe ‘e vvaje truvanno a Lucariello e vvaje truvanno eh….

E po’… e po’, scusate… voglio dire… e aro’ stanno San Giuseppe, o bbue, l’ati rre magi… no no cu vvuje nu se po’ organizza’ niente seriamente no… nun’e’ cosa… nun’e’ cosa proprio…

ps: ogni riferimento a fatti realmente accaduti, a persone, personaggi, interpreti realmente esistenti, e’ appositamente di proposito fatto apposta. 🙂

Gianluigi (21 ott. ’97)

Depressioni…
ehi!!!!! piazzisti… piazzanoidi… ma via questa depressione…
la piazza e’ bellissima e piena di sole, immaginate cio’ viaggiate di fantasia e mettete al bando il grigiume… siamo tutti cosi’ forti e carichi di positivita’ che il sole lo troviamo dentro di noi…

su’ su’ forza, allegria… cerchero’ per chi e’ piu’ recidivo di mandarvi un’immagine dei miei tramonti barbadiani… spero possano aiutarvi.

un bacio dalla vs mucchina caraibica

Simagi (Barbados, 4 dic ’97)

Re: Buongiorno….
> Buongiorno e salute, non ho avuto il tempo per
> collegarmi per un po’ di giorni, cosi’ ho dovuto
> scaricare circa 850 messaggi (sigh !!), ma mo’
> chi se li legge ?
>
> Saluti, Raffaele

Rafe’ a so’, ti faccio io un breve e circonciso riassunto :-)))

Gianes se aizato a rind ‘o liett e ci ha mandato a mme e Luisella :-)))
Pennone e’ nu poco arrepecchiato ma tira annanz :-))
Il tormentone della scorsa settimana, che non ha visto neanche lontanamente la signora in giallo di Mike Alonzo, e’ stato il « Collo di Tacchino » di Stefano Russo, da cui son scaturiti flames su come cucinarlo o cosa poterci fare :-))

Ci sono nuovi iscritti:
Palmieri
Criscuolo
Marroccella
e Aurora

Simagi e’ uscita con un Krukko che in quanto a seduzione era un vero fallimento, e poi anche incigniero!!!
Michele alonzo, ha fatto un programma che ha riscosso notevole successo con una scaletta fornitagli dai listaioli.
La cucina francese e na vera chiavica.
La settimana prossima viene Elio Lo Conte del CNI a napoli, appuntamento
alle 21 davanti al Duomo per una pizza!!!
Ferdinando sta facendo il presepio.
Mimmo ha minacciato di postarci gli atti della conferenza a cui ha partecipato.

Non so che altro dirti.
Cia’, mo me ne esco… qui c’e’ il sole e se c’e’ il sole, anche un sole come me puo’ andare in strada stamattina :)))

Angie (4 dic ’97)